Email







Choose Note

Instructions :



… La base del Cammino Breve è che noi siamo sempre divini. E' sempre già con noi, non è una cosa nuova e noi dobbiamo solo riconoscere quanto già è lì.
Source: The Notebooks of Paul Brunton


Sul Cammino Lungo molti novizi cercano esperienze – mistiche, occulte, psichiche. E' l'io che le vuole, insieme alla soddisfazione per i progressi che si fanno. L'io si sente importante. Sul Cammino Breve no c'è nessun desiderio di esperienze interiori di alcun genere. Quando sei già nel Reale, non c'è più alcun desiderio...
Source: The Notebooks of Paul Brunton


… Non esiste una sola regola fissa per tutti. Una persona è più adatta ad un poco del Cammino Breve e più tempo sul Cammino Lungo; per un altro è il contrario. Per la maggior parte delle persone una combinazione dei due è la soluzione migliore...
Source: The Notebooks of Paul Brunton


E’ molto importante avere una fede viva nell’Io supremo e diventare come un bambino e diventare dipendenti dall’Io supremo come un bambino dipende dai suoi genitori...
Source: The Notebooks of Paul Brunton


Durante la parte attiva della giornata la meditazione prende la forma di rimembranza, cercando sempre di ricordare l’Io supremo: ESSO E’ (e questo basta...)
Source: The Notebooks of Paul Brunton


...Sul Cammino Lungo l’aspirante cerca di migliorarsi. Sperimenta successi e fallimenti, alti e bassi. Quando è deluso diventa malinconico. Sul Cammino Breve una situazione del genere non può avverarsi perché egli ha fede come un bambino. Egli ha donato tutto il suo futuro all’Io supremo/Dio ed ha abbastanza fede da aver fiducia in esso. Sa di aver preso la giusta decisione e quindi è sempre contento. Dipende dalla GRAZIA, La conosce e sa che proviene dall’essere più saggio che si trova dietro al mondo. Qualsiasi cosa avvenga, sarà la migliore...
Source: The Notebooks of Paul Brunton


Normalmente, noi viviamo nei nostri pensieri, nelle nostre piccole vite, anche se i pensieri sono spirituali. Per cui dobbiamo tenerci lontani da tutti i pensieri. Se tu vuoi pensare all’Io supremo, che è senza forma, non puoi farlo. Possiamo provarci, ma qualsiasi idea, forma o figura è sbagliata. Non lo puoi immaginare. Per cui è meglio non provarci, ma rimanere immobili...
Source: The Notebooks of Paul Brunton


Il Cammino Lungo – qui egli lavora attraverso l’ego. Il discepolo pensa di essere l’ego e sviluppa la sua concentrazione, aspirando a migliorare se stesso, diventando sempre più puro. Dice: “io sto facendo questo lavoro” …
Source: The Notebooks of Paul Brunton


Il Cammino Breve – è diverso perché l’idea di “io” non vi entra, solo l’Io superiore, non la brama (che appartiene al Cammino Lungo) bensì l’identificazione …
Source: The Notebooks of Paul Brunton





Your friends Email:
Your Email:

The notebooks are copyright © 1984-1989 The Paul Brunton Philosophic Foundation

This site is run by Paul Brunton-stiftelsen · info@paulbruntondailynote.se